Dichiarazioni inesatte e reticenze con dolo o colpa grave

In data 04/08/2017 la Cassazione Civile ha emesso un'interessante ordinanza n. 19250/2017 con la quale - tra l'altro - ha fornito alcune precisazioni in termini di requisiti.
L'applicazione dell'art. 1892 C.C. (dichiarazioni inesatte e reticenze con dolo o colpa grave), infatti è consolidata giurusprudenza. Qualora il Contraente abbia rappresentato falsamente il rischio assicurato, l'assicuratore potrà esperire rimedi previsti proprio dall'art. 1892 C.C. ovvero l'annullamento del contratto di assicurazione quanto il mancato pagamento dell'indennizzo in presenza di tre condizioni cumulative:
A) che la rappresentazione del rischio da parte dell'Assicurato sia inesatta o reticente.
B) che essa sia stata resa con dolo o colpa grave.
C) che la reticenza sia stata determinata per ottenere il consenso dell'assicuratore a stipulare il contratto.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.

> Leggi di più

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.