Guida sotto l’influenza dell’alcool: accertabilità dello stato di ebbrezza attraverso elementi sintomatici

In tema di guida sotto l’influenza dell’alcool, la prova dello stato di ebbrezza penalmente rilevante non richiede necessariamente un accertamento tecnico (ad. es., il test alcoli metrico). In virtù del principio del libero convincimento del giudice, e dell’assenza di prove legali, lo stato di ebbrezza può infatti essere provato anche attraverso elementi sintomatici riferiti dagli accertatori (es.: alito vinoso, andatura barcollante, eloquio sconnesso); purché tuttavia detti elementi, i quanto indiziari, siano gravi, precisi e concordanti. In assenza di un accertamento tecnico che consenta di desumere con precisione il tasso alcol emico, deve tuttavia ritenersi sussistente la meno grave tra le ipotesi di cui all’art. 186, comma 2 c. strad., ossia quella contemplata nella lett. a) (tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l e non superiore a 0,8 g/l), punita con la sola pena dell’ammenda. Tribunale di Milano, 22 ottobre 2009.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.

> Leggi di più

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.