Morte del congiunto. Riconoscimento danno esistenziale e risarcibilità

Una volta accertata la ricorrenza della lesione di un interesse costituzionalmente protetto (c.c. art. 2059), il giudice di merito è tenuto a una rigorosa analisi e ad una conseguentemente rigorosa valutazione tanto dell’aspetto interiore del danno (la sofferenza, morale) quanto del suo impatto modificativo in pejus sulla vita quotidiana (il danno esistenziale). Cass. Civ., 20 novembre 2011, n. 20292 – sez. III.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie.

> Leggi di più

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.